Portogruaro

Veneto

20 febbraio 2018 Andrea Devicenzi
Data della tappa: 20/02/2018
Istituti o Enti coinvolti: ISIS "G.Luzzatto"

Il racconto della tappa

In 800 per Progetto 22 a Portogruaro

 
Il Giro d'Italia Formativo, giunto alla 5a edizione, sbarca in terra veneta, più precisamente a Portogruaro. Due giornate, intense, dove oltre 800 giovani hanno assistito alla nostra conferenza in 4 incontri distinti. Incontri che al termine, come spesso accade, continuano con pochi intimi che con meno persone presenti ad ascoltare, riescono ad esternare meglio le proprie riflessioni e i propri dubbi, in modo da avviare così piacevoli discussioni di crescita per tutti. Lo staff di Progetto 22 sente di ringraziare in particolare la professoressa Lia Mara Salmaso per l'interesse dimostrato fin dal nostro primo contatto telefonico mesi addietro, per programmare la due giorni veneta. Grazie anche a tutti gli altri professori, dirigenti e giovani, che hanno reso davvero straordinaria questa trasferta. Alcune testimonianze a seguito degli incontri: - "Ciao Andrea, voglio ringraziarti per questo breve ma intenso viaggio che hai intrapreso insieme ai nostri 800 ragazzi e a tutti noi di Progetto 22. Grazie di cuore perché conosci la ricetta per aiutare incondizionatamente gli altri e perché mostri la vita in modo solo positivo. Grazie per averci dato la possibilità di conoscerti. Sei un grande. Un forte abbraccio. Mara." - "Ringrazio Sara Salmaso per aver organizzato l'incontro con Andrea Devicenzi, Mental Coach e atleta paralimpico. Il suo intervento di oggi con le classi è stato uno dei più belli che in tanti anni abbia ascoltato. Spero venga riproposto il prossimo anno." - "I ragazzi al suono della campanella della ricreazione non sono scattati in piedi, ma sono rimasti seduti in silenzio, aspettando la conclusione del discorso del relatore giunta in breve tempo. E questo episodio la dice lunga. Inoltre altri chiedevano di fermarsi anche nelle due ore successive per vedere il filmato mancante. Allievi nella stragrande maggioranza coinvolti. Per gli altri necessitano miracoli."

La Photo Gallery della tappa

La scheda di Portogruaro

Portogruaro (Pòrto in venetoPuart in friulano) è un comune italiano di 25 049 abitanti della città metropolitana di Venezia in Veneto.

La città è il centro di un comprensorio formato da 11 comuni, che assieme all’area del Sandonatese costituisce la cosiddetta Venezia Orientale.

La città di Portogruaro si sviluppa lungo le sponde del Lemene (pron. Lèmene), un piccolo fiume di sorgiva che, grazie alla sua navigabilità, favorì l’insediamento urbano. Il comune è collocato nel Veneto Orientale, che confina ad est con il Friuli Venezia Giulia. L’ambiente è pianeggiante e caratterizzato dalla ricchezza d’acqua, grazie alle numerose sorgive che alimentano corsi d’acqua, i quali da Nord scorrono verso la costa adriatica; prima delle bonifiche otto-novecentesche, la fascia costiera era costituita da aree lagunari, che dal mare risalivano verso l’entroterra per ca. 15–20 km e collegavano ininterrottamente la laguna di Venezia con quella di Marano. Portogruaro si colloca, quindi, in un territorio di confine tra pianura e mare, tra Veneto e Friuli.

L’origine del nome della città non è chiara. Secondo una teoria è ispirato alle gru, uccelli tipici delle paludi e degli acquitrini che anticamente caratterizzavano il territorio: da questa ipotesi deriva lo stemma della città. Secondo un’altra teoria è da ricondurre al termine latino per indicare il guardiano dei campi (Gruarius), mestiere che ben si adatta al carattere agricolo del territorio circostante. Il prefisso Porto deriva dall’antico porto commerciale fluviale, fiorente durante il dominio veneziano ma ormai in disuso.

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Mappa