Loreto

Marche

22 gennaio 2018 Andrea Devicenzi
Data della tappa: 07/12/2017
Persone incontrate: 400

La scheda di Loreto

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Loreto è un comune italiano di 12 791 abitanti[1] della provincia di Ancona.

Loreto è famosa per essere la sede della Basilica della Santa Casa, uno dei più importanti e antichi luoghi di pellegrinaggio mariano del mondo cattolico.

La città sorge sulla sommità d’una dolce collina, con un’ampia campagna attorno caratterizzata dalla coltivazione dell’ulivo. Svetta per altezza e maestosità la sagoma della cupola e del campanile della Basilica sulla cui cima si trova la figura della Madonna. Il panorama che si gode spazia dal mare Adriatico al Monte Conero, fino all’Appennino umbro-marchigiano.

La città si è sviluppata intorno alla nota Basilica che ospita la celebre reliquia della “Santa Casa” di Nazareth dove, secondo la tradizione, la Vergine Maria nacque e visse e dove ricevette l’annuncio della nascita miracolosa di Gesù.

L’arrivo dell’importante reliquia contribuì immediatamente a fare dell’antica Silva magna de laureto una delle mete più ambite di pellegrinaggio del mondo cattolico. Ben presto le mura originarie vennero sopraelevate in laterizio e coperte da una volta. La prima citazione riguardante Loreto risale al 1315, dove si accenna a un rustico Sacello visitato da devoti fedeli. Il piccolo borgo che crebbe tutt’attorno fu chiamato Villa Loreti. Dopo solo una ventina d’anni dall’arrivo della Santa Casa si ha già la orazione di un vero e proprio borgo abitato. L’afflusso di pellegrini portava generose offerte, tanto che insieme ai devoti arrivarono anche i malfattori che assaltavano i pellegrini lungo il cammino. I rischi riguardavano anche gli ex voto di materiali preziosi e le donazioni che i Papi cominciarono a inviare a Loreto già dal XIV secolo. Si iniziò così la costruzione di mura di protezione. Per circa un secolo si protrasse la costruzione di un quadrilatero fortificato con quattro torri angolari sorvegliato giorno e notte da guardie. Nella Descriptio Marchiae Anconitanae del 1360 ad opera del cardinal Egidio Albornoz la Villa Sanctae Mariae de Laureto è elencata tra i “Castra” (fortificazioni) appartenenti al comune di Recanati. Quest’ultimo, già grosso centro della Marca anconitana, organizzava ogni anno una fiera di notevole richiamo sia per l’Italia del centro-nord, sia per l’Europa. Commercio, curiosità e devozione mariana finirono per intrecciarsi.

Mappa