L’Aquila

Abruzzo

25 settembre 2017 Redazione di Popolis
Data della tappa: 01/03/2018

La scheda di L’Aquila

L’Aquila (precedentemente Aquila fino al 1863 e Aquila degli Abruzzi fino al 1939) è un comune italiano di 69 399 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia e della regione Abruzzo.

Soprannominata la “Regina degli Appennini“, è posta nell’entroterra abruzzese sul declivio di un colle, alla sinistra del fiume Aterno, in posizione predominante rispetto al massiccio del Gran Sasso d’Italia, l’omonima conca e la Valle dell’Aterno, su una superficie comunale di 467 km² che, su scala nazionale, la pone al nono posto per ampiezza, suddivisa in 59 tra quartieri e frazioni (vedi elenco), parte del territorio comunale è compreso nel Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, ed alcuni punti superano abbondantemente i 2.000 metri di quota. La città è sede di Università e di enti ed associazioni che la rendono vivace sotto il profilo culturale, contando una presenza giornaliera sul territorio di quasi 100.000 persone per studio, attività terziarie, lavoro e turismo. Alla città è stato dedicato un l’asteroide 7499 L’Aquila.

Quando fu scelto il sito per la fondazione della città, si individuò un luogo chiamato Acquilis o Acculi o anche Acculae, per l’abbondanza delle sorgenti che vi si trovavano. La zona era in una posizione strategica tra i due poli entro i quali doveva nascere il nuovo centro urbano e cioè i due centri di Forcona e Amiternum. Acculi, vicina anche al fiume Aterno, corrisponde all’attuale Borgo Rivera, dove oggi si trova la Fontana delle 99 cannelle; al tempo della fondazione c’era lì una chiesa con un monastero, Santa Maria ad Fontes de Acquilis (o de Aquila).

Fu dunque scelto per la nuova città il nome di Aquila, che riprendeva il toponimo già esistente, ma che richiamava anche l’emblema dell’aquila imperiale, secondo il diploma di fondazione attribuito all’Imperatore Corrado IV. Nello stemma della città appare infatti un’aquila. Lateralmente appare la scritta Immota manet e inoltre l’abbreviazione PHS.

Fonte: Wikipedia

 

Mappa