Cremona

Lombardia

16 ottobre 2017 Redazione di Popolis
Data della tappa: 20/10/2017
Persone incontrate: 500

Il racconto della tappa

Continua il nostro Giro nelle scuole di tutta Italia, l'11a tappa si è svolta a Cremona presso la Scuola Statale Anna Frank. A differenza di tutti gli altri incontri, i professori, seguendo un progetto loro interno di "letture con l'autore" avevano già preparato i ragazzi a quello che li aspettava. Prima di iniziare il mio intervento alcuni alunni hanno letto e interpretato brevi brani del mio primo libro M.O.N.S.T.E.R.S. Prendendo spunto da questo come partenza, io ho continuato, seguendo in linea di massima la scaletta preparata, interrotto, positivamente, dalle innumerevoli domande di tutti questi giovani, ancora una volta di riconferma di quanto abbiano voglia di conoscere, capire ed imparare.  

La Photo Gallery della tappa

La scheda di Cremona

Cremona (Cremùna in dialetto cremonese) è un comune italiano di 71 888 abitanti, capoluogo della provincia omonima in Lombardia. L’area metropolitana, individuata dalla FUR, conta 153.458 abitanti e 42 comuni, di cui due in provincia di Piacenza. La città si trova nel cuore della Pianura Padana, poco distante dalle rive del fiume Po.

È nota come la “città delle tre T”, turòon, Turàs, tetàs (torroneTorrazzotettone). Altra versione è “turòon, Turàs, Tugnàs”, “torrone, Torrazzo, Tognazzi” (vi è nato Ugo Tognazzi).

È la seconda città più popolosa della Bassa lombarda, superata solo da Pavia, e l’undicesima più popolosa dell’intera Lombardia.

Nel 2017 Cremona e la sua provincia fanno parte della Regione Europea della Gastronomia-Lombardia Orientale, insieme alla province di MantovaBrescia e Bergamo.

Il toponimo è di origine incerta, ma sembra preromano, forse gallico (dai Cenomani), legato alla variante prelatina “carm” del termine “carra”, cioè sasso, roccia, e dal comune suffisso prelatino –ona. Dal libro di Mario Monteverdi La Storia di Cremona edito nel 1955 dal giornale locale La Provincia, secondo Sicardo un certo Brimonio, troiano, scappò dalla patria distrutta e fondò Brimonia, che col tempo divenne Cremona. Per qualcun altro il fondatore fu il presunto compagno di ParideCremone.

Fonte: Wikipedia

Mappa